Duplicazione chiavi con immobilizer a Roma

 

La duplicazione chiavi con immobilizer può avvenire principalmente in due modi:

  • per clonazione chiave: in questo modo si replica il codice della chiave per far sì che la centralina non la distinguerà più da quella originale, usando chiavi e sistemi commerciali di primissima qualità.
    Per poter effettuare la duplicazione è necessario portare direttamente in sede l’auto di cui si desidera duplicare la chiave e il tutto avverrà all’incirca in soli 15 minuti. Questa procedura è prevista solo per alcuni tipi di macchine, ma non per tutte.
  • per programmazione chiave: questa procedura prevede l’utilizzo di uno strumento diagnostico in centralina, ed in questo modo si procede alla programmazione della nuova chiave. Anche in questo caso, per poter procedere con l’operazione è necessaria la disponibilità dell’auto in sede.
    Per alcuni modelli di auto questo sistema è stato reso obbligatorio, per esempio per le Chiavi Smart.

 

Duplicazione chiavi con immobilizer: come proteggere l’auto con un dispositivo elettronico antifurto

La Ferramenta F.lli Cencioni, oltre ad eseguire un servizio professionale di duplicazione chiavi moto, è specializzata anche nel servizio di duplicazione chiavi con immobilizer. L’immobilizer è un efficace antifurto elettronico che si collega direttamente alla centralina dell’auto e al motore di avviamento. L’immobilizer fa sì che il veicolo si accenda solo ed esclusivamente quando viene riconosciuto il codice elettronico presente nella chiave del veicolo. Questa caratteristica ha lo scopo di inibire o comunque rendere difficoltoso qualsiasi tentativo di duplicazione della chiave auto.
L’accensione del veicolo, in questo caso,  avviene dunque solo se la chiave è dotata di trasponder.

L’immobilizer funziona per accoppiamento induttivo: questo significa che l’antenna codifica il codice della chiave quando il veicolo viene messo in moto, e solo a questo punto la vettura potrà partire.

Affinchè il veicolo possa essere messo in moto, è necessario che la chiave auto sia dotata di trasponder, ovvero un chip elettronico dotato di una memoria che contiene uno specifico codice elettronico.
Anche il trasponder della chiave è provvisto di una sua antenna, che consente a sua volta la trasmissione del codice del trasponder all’antenna del blocchetto di accensione.
Proprio per questo motivo occorre far attenzione alle cadute accidentali delle chiavi, perché se questo accade il veicolo potrebbe non partire più. La caduta della chiave auto infatti potrebbe causare un danno al chip interno del trasponder, impedendo così la connessione con la centralina e l’invio del codice di accesso alla vettura.